Torna alla ricerca

Viaggio nella memoria del Montanara

Da Villa Ghidini, che negli anni Ottanta è stata una delle prime esperienze aggregative e di comunità nate a livello nazionale e che è ora una biblioteca collegata al nuovo distretto del cinema e delle arti audiovisive, alla riqualificazione nel segno dell’agricoltura sociale e urbana dell’ex insediamento rurale del podere Cinghio, sorto ai primi del Novecento.
Sono solo alcune delle storie che hanno segnato l’identità di un quartiere popolare come il Montanara e che saranno al centro della serata organizzata dal Centro Studi Movimenti, in collaborazione con il Comune di Parma e con la Regione Emilia-Romagna e in programma per giovedì 24 settembre.

Alle 21, al Parco Piccole Vittime dell’Olocausto (Via Bramante), la ricercatrice Sofia Bacchini, accompagnata dalle musiche di Luca Valerio e Stefano Marzocchi, ricostruirà la memoria storica e sociale del Montanara. Un viaggio nel tempo alla riscoperta dei suoi luoghi, delle persone che li hanno animati e dei cambiamenti che si sono succeduti negli anni.

L’ingresso è gratuito ma contingentato con posti a sedere limitati, in osservanza alle misure di distanziamento sociale previste per il contenimento del Covid-19. Sarà obbligatorio l’uso di mascherina.

Contatti

Cosa
Quando