Cotignola, il paese dei Giusti. Dal 6 marzo un video racconto corale

03 Marzo 2021

Cotignola è «il paese dei Giusti», perché gli abitanti di questo piccolo borgo della bassa Romagna hanno realizzato qualcosa di unico, a livello nazionale, nel corso della seconda guerra mondiale.
Lo ricorda una vecchia cabina Enel che nel 2015 è diventata un “Distributore non automatico di coraggio”, ospitando il primo murale realizzato nel comune dagli street artist del Collettivo FX di Reggio Emilia, e che ritrae alcuni dei protagonisti di quella esperienza. Lo ricordano parchi, alberi, opere d’arte, documentari, libri e racconti. E lo ricordano il Museo della Battaglia del Senio e il Museo Civico Luigi Varoli, dedicato, quest’ultimo, alle opere e alle collezioni del maestro d’arte (e di vita) per adulti e bambini, pittore, scultore, musicista Luigi Varoli. Figura di riferimento per la cultura romagnola e non solo.
Luigi e Anna Varoli e Vittorio e Serafina Zanzi sono stati infatti riconosciuti come “Giusti tra le Nazioni” per il ruolo svolto in quell’anomala e straordinaria rete della solidarietà che, dall’8 settembre del 1943 e fino alla liberazione del paese avvenuta il 10 aprile del 1945, coinvolse un’intera comunità nell’opera di protezione e accoglienza di ebrei in fuga dalle persecuzioni razziali, rifugiati politici, sfollati e di chiunque fosse braccato e in difficoltà. Dal commissario prefettizio agli impiegati dell’anagrafe, dalla Curia ai partigiani e tutti gli abitanti offrirono case, sostegno, copertura politica e amministrativa mentre il paese veniva martellato dai bombardamenti e il fronte stava lì a pochi chilometri, lungo il fiume Senio.

Un’esperienza straordinaria che ogni anno, e con grande orgoglio da parte della comunità, viene ricordata, omaggiata e trasmessa dal Comune di Cotignola con una serie di iniziative in occasione della Giornata Europea dei Giusti, che si celebra il 6 marzo. Quest’anno prenderà infatti il via proprio in quella giornata, e proseguirà fino al 10 aprile, il progetto Memorie di Fiume 2021, un racconto corale di quella rete di solidarietà attivata e del lunghissimo assedio degli eserciti sul Senio.

Il canale YouTube del Museo civico Luigi Varoli, aperto proprio per l’occasione, pubblicherà ogni giorno alcuni materiali audiovisivi d’archivio che raccontano e ricostruiscono le vicende di quegli anni, tra storia nazionale e locale, e un mosaico di testimonianze video prodotte nei mesi scorsi.

Documenti, storie, ricordi, memorie, luoghi. Saranno tutti episodi di un’unica narrazione, le tappe di un cammino alla scoperta o riscoperta di avvenimenti del passato con cui la comunità di Cotignola continua a mantenere un legame identitario fortissimo e anche di valori come la solidarietà e l’impegno per il prossimo, che sono e restano sempre attuali.

Le riprese, il montaggio e l’organizzazione del canale Youtube sono di Alessandro Carnevali e Federico Settembrini, la grafica di Marilena Benini, l’ideazione e la mappa di Michela Fanelli e Massimiliano Fabbri. Il programma con il calendario delle uscite si trova qui.