Memoria è futuro. Aperto il nuovo bando della Regione

13 Maggio 2021

Un contributo della Regione di 500 mila euro per realizzare documentari, racconti teatrali, esposizioni, ricerche, siti e applicazioni su avvenimenti, personaggi, luoghi e sui cambiamenti che hanno segnato la storia del territorio emiliano-romagnolo del Novecento. Storie e temi di cui va conservata la memoria storica e garantita la trasmissione alle nuove generazioni e per i quali è necessario continuare a stimolare e sostenere la ricerca storica, la produzione di nuovi materiali di studio e approfondimento, anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie e di linguaggi differenti, per intercettare l’interesse e il desiderio di conoscenza di un pubblico vasto, per generare curiosità, per aprire nuovi orizzonti.

Associazioni, Fondazioni, istituzioni culturali, Comuni e Unioni di Comuni dell’Emilia-Romagna che da anni perseguono questa strada o che vogliono iniziare a farlo potranno contare, anche quest’anno, sulle risorse stanziate dalla Giunta regionale guidata dal presidente Stefano Bonaccini, grazie alla Legge regionale “Memoria del Novecento. Promozione e sostegno alle attività di valorizzazione della Storia del Novecento in Emilia-Romagna” che dal 2016 promuove e sostiene la conoscenza della storia del nostro recente passato. Un provvedimento che, fin dal suo esordio, si è proposto come qualcosa di unico nel panorama nazionale, proprio per aver sempre puntato sulla relazione tra lo studio del passato e la costruzione del presente e del futuro e per aver contribuito a realizzare non solo ricerche e approfondimenti storici ma anche progetti culturali e artistici in senso ampio.

Le domande di contributo dovranno essere presentate dalle ore 10 del 13 maggio alle ore 15 del 9 giugno, esclusivamente via web sulla piattaforma Sibac, e le iniziative dovranno essere realizzate entro il 2021.

Le modalità di partecipazione e le relative informazioni sono disponibili qui.