Un bando per selezionare la direzione del MEIS

03 Marzo 2020

La Fondazione Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah ha aperto un bando per selezionare la nuova figura che avrà il compito di dirigere il MEIS, il centro culturale istituito nel 2003 dal Parlamento Italiano e aperto a Ferrara nel dicembre 2017 per testimoniare la presenza ebraica in Italia, per far conoscere la storia, il pensiero e la cultura dell’ebraismo italiano e per promuovere i valori della pace e della fratellanza fra popoli e religioni diverse.
Sotto la direzione di Elisabetta Della Seta il MEIS si è affermato come polo museale nazionale e laboratorio di idee e di riflessioni sul significato di minoranza e su temi di grande attualità come l’accoglienza, le radici dell’Europa, le discriminazioni razziali e religiose. Un luogo di grande rilievo, non solo per l’Italia, visitato da decine di migliaia di persone, che ha però davanti a sé ancora grandi sfide da portare a termine, come il completamento del progetto edilizio, l’apertura di nuovi spazi espositivi, della biblioteca e del centro di documentazione, la realizzazione di laboratori didattici e la prosecuzione delle grandi mostre sulla storia della comunità ebraica in Italia.

La selezione pubblica per la nomina del nuovo direttore o della nuova direttrice del MEIS resterà aperta fino alle ore 13 del 20 marzo 2020. L’incarico avrà una durata di quattro anni, prorogabile per altri quattro, e la figura professionale verrà scelta da una commissione composta da tre membri individuati tra esperti di chiara fama nel settore della conservazione e della valorizzazione del patrimonio culturale.

L’avviso, con tutte le informazioni utili alla partecipazione, è reperibile sul sito del MEIS.