Ustica. Quaranta anni dopo

26 Giugno 2020

La notte del 27 giugno 1980, nel cielo di Ustica, “il DC9 è stato abbattuto”. Le parole della sentenza del giudice Priore, insieme al tracciato radar che è l’unico documento salvato dalla distruzione totale delle prove, sono gli elementi che l’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica ha scelto di mettere al centro delle celebrazioni per il quarantennale della strage, come punti fermi per l’individuazione di una completa verità. Sappiamo che, nonostante fossimo in tempo di pace, 81 cittadini innocenti hanno perso la vita per via di “un’azione che è stata propriamente un atto di guerra; guerra di fatto e non dichiarata, operazione di polizia internazionale coperta contro il nostro Paese, di cui sono stati violati i confini e i diritti”. Non sappiamo ancora perché e nemmeno chi ne sia stato responsabile.

Il quarantennale della strage sarà quindi, ancora una volta, segnato dall’impegno per ottenere verità e giustizia, per ridare dignità alle vittime, ai loro parenti, alla nostra democrazia. Le iniziative istituzionali e culturali in programma si svolgeranno, nel rispetto delle ordinanze vigenti sul contrasto alla diffusione del coronavirus e si potranno seguire attraverso le piattaforme online.

Il primo appuntamento della giornata di sabato 27 giugno si svolgerà alle 10 nella Sala del Consiglio comunale di Palazzo d’Accursio, con i parenti delle vittime e la presidente dell’Associazione Daria Bonfietti, il sindaco di Bologna Virginio Merola, il presidente della Camera Roberto Fico, il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e l’assessore comunale di Palermo Paolo Petralia Camassa. L’incontro sarà visibile in streaming sul canale YouTube del Comune di Bologna e verrà trasmesso in diretta da Rainews e dalle emittenti televisive locali Ètv e Trc Bologna.
A seguire, alle 11.30,  si apriranno i lavori del convegno Cosa avremmo saputo noi di Ustica senza la stampa?, promosso dall’Associazione dei parenti delle vittime in collaborazione con la Federazione nazionale della Stampa italiana. Il dibattito, che si svolgerà al Museo per la Memoria di Ustica (in via di Saliceto 3/22), vedrà gli interventi del Presidente della Camera Roberto Fico, del presidente della Fnsi, Giuseppe Giulietti, del sindaco Merola, di Daria Bonfietti, dei giornalisti Andrea Purgatori e Sigfrido Ranucci, del deputato Andrea De Maria e della storica Cora Ranci. I lavori saranno trasmessi in streaming sul sito della Camera dei Deputati.

A rinnovare la memoria della strage, delle sue vittime innocenti, ci saranno anche le immagini, rielaborate in una video-installazione immersiva, che il fotografo Nino Migliori scattò nel 2007 durante l’allestimento dei resti del velivolo negli spazi del Museo per la Memoria di Ustica. Esattamente 81 scatti, eseguiti a “lume di candela”, di un telaio distrutto, deformato, ridotto in pezzi. Dettagli e frammenti da ricomporre, le ferite di un intero Paese. La mostra Stragedia, promossa dal MAMbo in collaborazione con la Fondazione Nino Migliori, il MiBACT – Direzione Regionale Musei Emilia Romagna, Cronopios e con il sostegno di Fondazione MAST, verrà inaugurata sabato 27 giugno alle 18 nella sede dell’Ex Chiesa di San Mattia e resterà poi aperta al pubblico fino al 27 settembre. In quella stessa occasione saranno anche presentate le attività culturali della rassegna Attorno al Museo, che prenderà il via martedì 7 luglio e si articolerà, fino al 10 agosto, in quattro serate di teatro, musica, danza e poesia nello spazio antistante il Museo per la Memoria di Ustica.

In serata, alle 20, le voci dell’autrice, attrice e regista Lisa Ferlazzo Natoli e quelle di un gruppo di studenti e studentesse della classe IV° O del Liceo Copernico di Bologna, ci accompagneranno in un racconto, sonoro e visuale, attraverso ricordi, documenti, motivi e canzoni che ci restituiscono la memoria della strage e delle sue vittime. E’ il progetto Ustica Quaranta che la Fondazione ERT – Emilia-Romagna Teatro ha costruito in occasione del quarantesimo anniversario insieme all’Associazione dei Parenti delle Vittime e agli artisti e alle artiste de lacasadargilla. Il breve film-documentario si potrà vedere sulla pagina Facebook di ERT e sul sito.

 

 

 

Video

La strage di Ustica negli 81 scatti di Nino Migliori