Viaggi della Memoria virtuali. Il bando della Regione

24 Febbraio 2021

Nonostante le difficoltà legate all’emergenza sanitaria e l’impossibilità di svolgere viaggi di istruzione, l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna ha aperto comunque l’ottava edizione dei Viaggi della Memoria, per sostenere progettualità che, attraverso la rete e le tecnologie digitali, permettano a ragazze e ragazzi delle scuole di approfondire la storia del nostro recente passato e di coltivare i valori della cittadinanza attiva.

Saranno dei “viaggi virtuali“, da intendere non solo in senso geografico, quelli che verranno finanziati quest’anno attraverso il bando regionale. Gli Istituti storici della regione e le associazioni di promozione sociale potranno proporre percorsi formativi, destinati a insegnanti e studenti e studentesse, finalizzati a trasmettere la memoria del Novecento e ad analizzare il rapporto tra il passato e l’attualità, fornendo chiavi di lettura originali sul significato delle vicende storiche e sulla loro influenza nella nostra età contemporanea. L’obiettivo dell’iniziativa regionale è infatti non solo quello di coltivare la conoscenza di fatti ed eventi a partire dall’osservazione di luoghi densi di significato, ma anche quello di favorire la partecipazione dei e delle giovani alla vita democratica e contrastare ogni forma di pregiudizio, di razzismo e di xenofobia, nella cornice dei principi della legge regionale sulla Memoria del Novecento.

C’è tempo fino alle ore 18 dell’8 marzo per candidare le progettualità, che dovranno essere realizzate entro il 31 dicembre 2021. L’importo massimo previsto è di 8mila euro di cofinanziamento da parte della Regione.

Le domande dovranno essere inviate a gabinettopresidenteal@postacert.regione.emilia-romagna.it.

Maggiori informazioni sul bando, i materiali da scaricare e compilare e i riferimenti per avere chiarimenti sulla procedura sono qui.