Vivere nonostante tutto. In un libro le memorie di Cornelia Paselli

09 Luglio 2021

Cornelia Paselli aveva 18 anni il 29 settembre 1944, quando, nel borgo di Casaglia a Monte Sole, sull’Appennino bolognese, 197 persone appartenenti a 29 famiglie diverse, tra le quali 52 bambine e bambini, furono sterminate dalle truppe nazifasciste. Quel giorno, il primo di una settimana di violenze che, in 115 diverse località, portarono al massacro di 770 civili, Cornelia sopravvisse nascosta tra i corpi senza vita ammassati su di lei, quello di sua madre e dei suoi fratellini gemelli di dieci anni, di altri parenti, di uomini e donne che conosceva benissimo, che erano parte della comunità in cui era cresciuta.

Un dolore e, allo stesso tempo, un peso difficile da immaginare, quello di sopravvissuta e testimone della strage di civili più efferata del fronte occidentale. Per tutta la vita Cornelia, che oggi ha 95 anni, ha tessuto la Memoria di quei giorni, collaborando con la Scuola di Pace di Monte Sole, e ha promosso occasioni di incontro e dialogo con tante ragazze e ragazzi. Ha trasformato il suo trauma in impegno, il ricordo del passato in un seme di futuro.

E ha continuato a scrivere, fino a quando non ha dovuto rinunciare a causa dell’impossibilità di continuare a guidare la penna con le sue fragili dita, le sue memorie in un quaderno. Un progetto importante, il desiderio di una vita, quello di fissare per sempre le sue parole e la sua storia sulle pagine di un libro, per renderle immortali, guida e testimonianza anche in futuro.

Quel libro oggi esiste, grazie alla sua pronipote Alice Rocchi che ha raccolto il compito e l’urgenza della testimonianza, ha fotografato le pagine già scritte dalla zia, le ha integrate con quegli ultimi ricordi che Cornelia non è riuscita a scrivere ma le ha trasmesso a voce e con altre ricerche storiche condotte sull’eccidio.

La Scuola di Pace di Monte Sole ha proposto il materiale rielaborato da Alice Rocchi alla casa editrice Zikkaròn e, grazie al sostegno dell’Associazione Familiari di Monte Sole e del Comitato per le Onoranze ai Caduti di Marzabotto, il libro Vivere nonostante tutto di Cornelia Paselli e a cura di Alice Rocchi è disponibile dallo scorso 29 giugno.

Un libro intenso, di quotidianità semplice e vivace, di disperazione e coraggio, di gesti atroci e solidarietà, che Cornelia Paselli e Alice Rocchi presenteranno giovedì 15 luglio alle 18 a Monte Sole, alla Scuola di Pace (Via San Martino 25, Marzabotto).
«Il mio desiderio  – ha raccontato Cornelia – è che ciò che è successo serva da monito per tutti, ogni volta che il rancore e l’incomprensione rischieranno di prendere il sopravvento». Per questo Cornelia ha iniziato a raccontare la sua storia nelle scuole, cercando di dare un senso all’orrore vissuto. Per questo le sue memorie non potevano restare chiuse in un quaderno ma andavano condivise e messe a disposizione di tutti. Di chi vuole conoscere il proprio passato e di chi ogni giorno si impegna per promuovere il valore educativo della Memoria.