AICS COMITATO PROVINCIALE DI BOLOGNA APS

Il Comitato Provinciale AICS di Bologna APS è un Ente di Promozione Sportiva e sociale che conta di una rete associativa di 460 associazioni (società sportive dilettantistiche e circoli culturali) con circa 106.000 soci a Bologna e provincia.

Nel corso degli anni, le iniziative organizzate e sostenute da AICS Bologna hanno avuto come obiettivi principali la promozione dell’attività motoria e di stili di vita sani; la sensibilizzazione verso tematiche ambientali e diritti civili; la realizzazione di attività sportive, formative e ludico-ricreative rivolte ai bambini e alle bambine dei centri estivi e ricoverati in ospedale; l’offerta di opportunità e occasioni gratuite per praticare sport; l’organizzazione di attività di sostegno motorio e cognitivo ad anziani e di tornei di calcio a 5 e a 7, di basket e di pallavolo, di incontri di boxe di carattere internazionale; la promozione del turismo sociale e sportivo.

AICS Bologna sostiene lo sport come veicolo di integrazione sociale e, oltre a quelle indicate, realizza anche attività culturali rivolte a tutta la cittadinanza, di interesse artistico e sociale; progetti, rassegne culturali ed eventi a favore della parità di genere e in contrasto a qualsiasi forma di discriminazione. Inoltre, attiva sportelli di ascolto dedicati alle famiglie e scambi interculturali a favore di giovani studenti e studentesse.

 

Progetti sostenuti dalla Regione

Il sindaco delle paludi

In occasione del 70° anniversario della morte, avvenuta nel 1950, il progetto prevede un approfondimento su Giuseppe Massarenti, sindacalista, animatore delle lotte di braccianti e mondine a Molinella e sindaco della città, situata nella pianura est della provincia di Bologna, che è diventata luogo simbolo dei diritti dei lavoratori. Massarenti promosse la costituzione della sezione socialista del suo paese e si batté per i ceti rurali più deboli. Le attività previste dal progetto sono la realizzazione di un video divulgativo che sarà diffuso tramite il sito e i canali social di AICS Bologna e presso le scuole; l’organizzazione di conferenze sul tema e la costruzione di materiale didattico sulla figura del sindaco.

Nel 1919 l’Italia, e anche l’Emilia-Romagna, si impegnarono a promuovere un’importante iniziativa di fraternità umana e solidarietà concreta per 640 bambini e bambine viennesi sfiniti dalle privazioni della guerra da poco conclusa e dalle malattie come la tubercolosi, accogliendoli per qualche tempo sul territorio nazionale, fornendo loro cibo, cure mediche e istruzione. Alcuni di loro furono ospitati a Bologna nell’Asilo della colonia di Casaglia ed altri nei locali dell’Ospizio dei Settuagenari in via Spartaco.
Il progetto ha approfondito questa esperienza ed è stato articolato in varie attività: laboratori didattici per la scuola primaria che hanno portato alla produzione di un video divulgativo; un incontro in plenaria all’Istituto Manfredi Tanari che ha coinvolto esperti del settore; l’iniziativa “Il pane di Zanardi” svolta il 15 luglio 2019 nel cortile di Palazzo D’Accursio nel corso della quale è stata organizzata la vendita di pane e raviole per beneficienza; spettacoli di burattini, realizzati in collaborazione con l’associazione “Burattini a Bologna”  cui è seguita la creazione del burattino “Kartoffeln”, raffigurante il bambino austriaco; un convegno di chiusura del progetto aperto alla cittadinanza.

Il progetto ha esplorato la vita del Partito d’Azione in Emilia-Romagna, con l’obiettivo di valorizzarne e promuoverne la memoria anche alle nuove generazioni. Sono state svolte delle conferenze presso l’Istituto Manfredi Tanari; un convegno nello spazio culturale “FactoryBO”; una mostra delle tavole del fumetto “La Bicicletta di Emilia” e laboratori nelle scuole superiori.

 

Video

600 Piccoli Nemici. Il video degli studenti delle scuole Longhena di Bologna

AICS COMITATO PROVINCIALE DI BOLOGNA APS - Via San Donato 146, 2/c - 40127 Bologna
Visualizza su google maps