ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA MUTILATI ED INVALIDI DI GUERRA - SEZ. DI MODENA

Per promuovere la conoscenza del sacrificio sofferto dai mutilati ed invalidi di guerra italiani e degli ideali che li animarono, l’ANMIG svolge ricerche storiche; organizza convegni, conferenze, seminari, manifestazioni ed attività culturali; edita pubblicazioni, riviste, opuscoli, libri, filmati. L’Associazione organizza inoltre corsi di educazione civica e di formazione.

 

Progetti sostenuti dalla Regione

Intitolazione di un Parco dei Mutilati ed Invalidi di Guerra

In accordo e con la collaborazione del Comune di Modena, il 29 aprile 2018, a conclusione delle celebrazioni del centenario dell’ANMIG, è stato intitolato all’associazione un parco nella città. Dopo la cerimonia è stato proiettato il docufilm Vorrei dire ai giovani…Gina Borellini, un’eredità di tutti, sulla vita dell’onorevole modenese Gina Borellini, medaglia d’oro della Resistenza e presidente per trent’anni di ANMIG Modena.

Memoria di un viaggio di sola andata

Composto dall’attore e regista Andrea Ferrari, e prodotto assieme ad ANMIG Modena, ANPI Modena e con il patrocinio del Comune di Modena, è stato presentato al Teatro Cittadella di Modena, in occasione della Giornata della Memoria, un reading su testi di Primo Levi, con immagini d’epoca e accompagnamento musicale. Dalla registrazione dello spettacolo è stato prodotto e montato un dvd originale, disponibile a richiesta.

Vorrei dire ai giovani…Gina Borellini, un’eredità di tutti

Un docu-film, scritto da Caterina Liotti e Francesco Zarzana, sulla figura di una grande donna, che fu tante cose nella sua difficile, tormentata ed esemplare vita e che ha incarnato i valori e gli ideali più alti di democrazia ed impegno civile e politico. Co-prodotto da ANMIG Modena, assieme al Centro Documentazione Donna, ProgetArte, ANPI, UDI, Comune di Modena, Istituto Storico, ed altri sponsor, l’opera costruisce uno spaccato della vita di Gina Borellini, che fu presidente di ANMIG Modena per trent’anni, dopo essere stata una delle poche donne elette nel primo parlamento italiano della Repubblica, fondatrice dell’UDI ed impegnata in decine di altre attività, tutte dedite alla promozione sociale e ad un impegno politico e civile di assoluto rilievo a livello nazionale.

Maratona dell’umanità

ANMIG Modena ha aderito alla iniziativa di MOXA-Modena per gli altri che si è tenuta dalle ore 8 del 22 dicembre alle ore 13 del 23 dicembre nella Piazza Grande di Modena, durante la quale sono stati letti i nomi dei 34.361 migranti morti nel mediterraneo, da quasi 200 cittadini. Diversi soci dell’Associazione hanno partecipato alla lettura.

Obiettivo sul fronte. Carlo Balelli fotografo della grande guerra

La mostra fotografica è stata realizzata presso l’Accademia Militare di Modena, esponendo oltre un centinaio di immagini di straordinaria qualità tecnica e significato storico assoluto, delle decine di migliaia dell’archivio di Carlo Balelli di Macerata, uno dei pionieri della fotografia militare in Italia, che operò sul fronte alpino durante l’intero conflitto. La mostra è stata visitata da oltre 8000 persone, provenienti da una quindicina di paesi europei ed extra-europei.

I giovani e la storia. Un’esperienza di alternanza scuola-lavoro

E’ stato presentato nell’ambito del convegno nazionale, organizzato da ANMIG Modena presso la sede nazionale dell’associazione a Roma, il volume che raccoglie numerosi contributi e i lavori prodotti da due classi di studenti e studentesse del Liceo Muratori-San Carlo di Modena. Il Convegno ha visto la presentazione dell’esperienza modenese, assieme a quella delle sezioni ANMIG di Arezzo e Firenze, con la partecipazione di esponenti del mondo della scuola a livello nazionale.

Celebrazioni del centenario dalla fondazione dell’ANMIG

In occasione del centenario dalla fondazione dell’ANMIG è stata inaugurata l’opera di restauro della Casa del Mutilato. Nel giardino antistante la Casa, è stata inoltre scoperta una stele di dedica ai Caduti di tutte le guerre del ‘900. Infine è stata restaurato il masso calcareo Dal Sacro Monte Grappa, che si trova nel Parco delle Rimembranze.

Dare futuro alla Memoria. Due mostre in Accademia

In occasione delle celebrazione della Festa delle Forze Armate sono state allestite e aperte al pubblico per tre giorni, presso i locali dell’Accademia Militare di Modena, due mostre prodotte rispettivamente da ANMIG Modena e dal Centro Documentazione Donna (CDD). Le due mostre dialogano tra loro in modo sinergico, offrendo al visitatore un quadro sinottico di riferimento sulla Associazione, con un collegamento inevitabile e di forte impatto, che nasce dalla nobile figura dell’on Gina Borellini, che, oltre ad innumerevoli attività politiche ed istituzionali, fu Presidente di ANMG Modena per trent’anni.

Generi Coloniali

In collaborazione con Gioventù Musicale d’Italia – sezione di Modena e MOXA-Modena per gli altri, è stato redatto il copione ed organizzato un reading con immagini d’epoca e musica colta e popolare sul tema del colonialismo italiano nel ‘900. Il percorso incrocia i “generi coloniali” italiani, intesi in senso molto ampio, e li presenta con leggerezza e insieme con rigore storiografico: momenti di analisi e di lettura degli eventi si alternano all’evocazione delle atmosfere del tempo, coinvolgendo anche emotivamente il pubblico con l’aiuto della musica, del canto, delle immagini, della letteratura.
Il progetto è studiato per attività educative di divulgazione e per il mondo della scuola. Dalle riprese dello spettacolo e stato prodotto e montato originalmente un DVD, disponibile a richiesta.

Niente è rimasto immutato tranne le nuvole

In collaborazione con Gioventù Musicale d’Italia – sezione di Modena e Archivio di Stato e Liceo musicale Vecchi-Tonelli di Modena, è stato redatto il copione ed organizzato un reading con immagini d’epoca e musica colta e popolare sulla prima guerra mondiale. La citazione di Walter Benjamin evoca il cuore del progetto: rappresentare il grande sconvolgimento che fu la Grande Guerra, forse il periodo di più intenso e rapido rivolgimento nella storia umana. Dalle riprese dello spettacolo è stato prodotto e montato originalmente un dvd, disponibile a richiesta.

RICERCA E FORMAZIONE

  • Progetti di alternanza scuola-lavoro. Nel triennio 2016-2018, con prosecuzione nel 2019, si è consolidato un percorso di alternanza, che ha coinvolto annualmente due classi del Liceo Muratori – San Carlo e, nel 2018, anche del Liceo Tassoni di Modena. Il progetto si è articolato su diversi filoni di indagine, che gli studenti hanno sviluppato nelle settimane di frequenza presso la Casa del Mutilato di Modena, producendo interessanti elaborati finali.
  • Pietre della MemoriaIl progetto nazionale dell’ANMIG  consiste in primo luogo nel censimento di monumenti, lapidi, lastre commemorative, steli, cippi e memoriali che ricordano Prima e Seconda Guerra Mondiale e guerra di Liberazione da inserire nel sito dedicato: www.pietredellamemoria.it. In Emilia-Romagna ad oggi sono state censite  1.464 “pietre”, pubblicate sul sito, che rappresentano ben il 17% delle pietre a livello nazionale.

  • I giovani e la storia. Un’esperienza di alternanza scuola-lavoro (a cura di R.Cavani, E.Imperato, M.G.Folloni, A.Zavatti), Euroedizioni, Torino
    Il volume raccoglie numerosi contributi e i lavori prodotti nello stage presso la sede di ANMIG Modena da due classi di studenti del Liceo Muratori-San Carlo di Modena, in particolare dedicati alla storia della Casa del Mutilato, all’archivio personale dell’on. Gina Borellini, all’informatizzazione di dati dall’archivio, alle Pietre della Memoria del territorio modenese.
  • Mutilati ed invalidi di guerra: una storia politica. Il caso modenese (di F.Zavatti), Edizioni Unicopli, Milano.
    Dall’archivio storico della Sezione ANMIG Modena, riordinato secondo moderni e condivisi criteri scientifici, sono emersi documenti assai rilevanti non solo per la storia della città, ma anche per vari aspetti del ‘900 italiano. Da questi documenti nasce una narrazione capace di includere fatti ed idee della storia del combattentismo successivo alla prima e alla seconda guerra mondiale, del declino dell’Italia liberale e della compromissione delle sue élite con il fascismo.

Video

Vorrei dire ai giovani. Gina Borellini, un'eredità di tutti

Trailer del docufilm scritto da Caterina Liotti e Francesco Zarzana
ASSOCIAZIONE NAZIONALE FRA MUTILATI ED INVALIDI DI GUERRA - SEZ. DI MODENA - Viale Muratori 201 - 41124 Modena
Visualizza su google maps