C.I.D.R.A.

Il Centro Imolese di Documentazione sulla Resistenza Antifascista e storia contemporanea è un’ associazione culturale di volontariato costituita nel 1983 e aderente alla rete dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri (ex INSMLI) dal 1988.
Promuove ed effettua studi e ricerche di storia dall’Unità d’Italia a oggi; raccoglie materiali, cimeli, documenti e li conserva organicamente. Organizza iniziative di divulgazione storica come conferenze, seminari, presentazione di libri e mostre temporanee; propone progetti atti alla valorizzazione dei monumenti e della storia del territorio imolese e collabora alle iniziative promosse dal Comune in occasione del Giorno della Memoria, del Giorno del Ricordo e a quelle legate al 25 aprile.

All’interno del Centro si trovano la Mostra permanente del museo per la storia della Resistenza e del Novecento, un archivio-fototeca, una biblioteca-emeroteca e una raccolta di audiovisivi.
Il Centro fornisce consulenza per ricerche e pubblicazioni, organizza per le scuole visite guidate alla Mostra permanente e conversazioni con testimoni della seconda guerra mondiale e della Resistenza. Inoltre propone e collabora alla presentazione di mostre e fornisce agli insegnanti consulenza per attività e strumenti didattici (quaderni didattici per effettuare laboratori di storia).

 

Progetti sostenuti dalla Regione

Quando un posto diventa un luogo

La quarta edizione del progetto di arte pubblica “Quando un posto diventa un luogo”, dedicato alla storia del territorio imolese dal 1943 al 1945 e realizzato in collaborazione con l’Anpi e con il Comune di Imola, ha portato a re-inaugurare 10 luoghi e monumenti della città con la partecipazione di oltre 200 studentesse e studenti (20 classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado e la scuola primaria di Ponticelli).
Gli studenti e le studentesse, dopo aver partecipato a laboratori di didattica della storia condotti dal Cidra, finalizzati a fornire un inquadramento storico e l’incontro con testimoni e protagonisti ancora in vita della Resistenza, e ai laboratori di arte pubblica condotti dall’artista e curatrice del progetto Annalisa Cattani, hanno lavorato per individuare una modalità di riproposizione dei luoghi della memoria. Con un linguaggio attuale gli studenti e le studentesse hanno ridato vita, parola ed emozione a una statua, una lapide, una strada o hanno restituito “un volto” a una staffetta partigiana o a una donna caduta per la libertà.
L’iniziativa è poi stata raccontata in un video.

Concorso “Dalla guerra alla costituzione repubblicana: coltivare la memoria storica per costruire il presente e il futuro”

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con Anpi, Comune di Imola e Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, ha invitato insegnanti e studentesse e studenti delle scuole del circondario imolese a rinnovare, anche nelle modalità, l’approfondimento degli eventi, dei personaggi, delle ideologie che hanno caratterizzato la vita italiana nel XX secolo.

Quando un posto diventa un luogo

La terza edizione del progetto di arte pubblica “Quando un posto diventa un luogo”, dedicato alla storia del territorio imolese dal 1943 al 1945, ha visto re-inaugurati cinque luoghi e monumenti della città di Imola. Al percorso hanno partecipato 7 classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado e la scuola primaria di Ponticelli, per un totale di oltre 200 studenti e studentesse.
Attraverso dei laboratori di didattica della storia condotti dal C.I.D.R.A. ragazze e ragazzi hanno potuto approfondire fatti ed avvenimenti storici e hanno incontrato testimoni e protagonisti della Resistenza. Attraverso le attività laboratoriali condotte dall’artista e curatrice del progetto Annalisa Cattani sono stati individuati nuovi linguaggi espressivi per promuovere la conoscenza di questi luoghi della memoria, per restituire le storie collegate a una statua o a una lapide, per dare voce a una staffetta partigiana o a una donna caduta per la libertà.
Il progetto, ideato dall’artista Annalisa Cattani, è stato promosso dal Comune di Imola con la collaborazione del C.I.D.R.A. e dell’Anpi. L’iniziativa è poi stata raccontata in un video.

Quando un posto diventa un luogo

La seconda edizione del progetto di arte pubblica “Quando un posto diventa un luogo”, dedicato alla storia del territorio imolese dal 1943 al 1945, ha visto re-inaugurati cinque luoghi e monumenti della città di Imola. Al percorso hanno partecipato 7 classi delle scuole secondarie di primo e secondo grado e la scuola primaria di Ponticelli, per un totale di oltre 200 studenti e studentesse.
Attraverso dei laboratori di didattica della storia condotti dal C.I.D.R.A. ragazze e ragazzi hanno potuto approfondire fatti ed avvenimenti storici e hanno incontrato testimoni e protagonisti della Resistenza. Attraverso le attività laboratoriali condotte dall’artista e curatrice del progetto Annalisa Cattani sono stati individuati nuovi linguaggi espressivi per promuovere la conoscenza di questi luoghi della memoria, per restituire le storie collegate a una statua o a una lapide, per dare voce a una staffetta partigiana o a una donna caduta per la libertà.
Il progetto, ideato dall’artista Annalisa Cattani, è stato promosso dal Comune di Imola con la collaborazione del C.I.D.R.A. e dell’Anpi.  

Ricerca e Formazione

Negli anni 2016, 2017 e 2018 il C.I.D.R.A. ha organizzato numerose iniziative pubbliche (presentazioni di libri, mostre, visite guidate e incontri di approfondimento) e laboratori con le scuole su: il Fascismo italiano; la Resistenza; il fronte in città; la deportazione; l’emigrazione italiana in Belgio. Hanno partecipato ai laboratori una media di circa 2mila ragazze e ragazzi ogni anno.

  • “Imolesi tra bombe e granate. 1944-1945” di Gilberto Negrini; Imola, Bacchilega Editore, 2019
  • “Il partigiano Sole. Diario e documenti (1943-1945)” di Elio Gollini e a cura di Marco Orazi; Imola, Bacchilega Editore, 2019
  • “Libertà, traguardo rosa. Le partigiane nella Resistenza imolese” di Nadia Bassi e Marco Orazi; Imola, Bacchilega Editore, 2017
  • “La deportazione politica e civile nel Terzo Reich dall’archivio dell’Aned imolese” di Marco Orazi; Imola, Bacchilega editore, 2016
  • “I segni della storia. Fatti e luoghi della Resistenza nel circondario imolese visti attraverso la toponomastica, i monumenti e le lapidi” di Giulia Dall’Olio, Marco Pelliconi, Alfiero Salieri; Imola, Bacchilega Editore, 2013
  • “Riassunto di un periodo sofferto della mia giovinezza. Diario di Mario Lanzoni, internato militare imolese. 1943-1945” a cura di Marcello Tarozzi; Imola, Bacchilega Editore, 2012
  • “Oltre il tempo della Shoah: le carte salvate. Spigolature di cronache imolesi, ricordi e documenti (1938-1961)” di Giuliana Zanelli, Rosa Maiolani; Imola, Editrice La Mandragora, 2009
  • “Libertà è partecipazione. Risultati elettorali, amministratori e politici nel circondario imolese dal 1946 al 2006” di Elena Marchetti, Marco Orazi, Fabrizio Tampieri; Imola, Bacchilega Editore, 2007

 

Video

Quando un posto diventa un luogo. Edizione 2019

C.I.D.R.A. - Via F.lli Bandiera 23 - 40026 Imola (BO)
Visualizza su google maps